Palio dei Terzieri CITTA' DELLA PIEVE - DAL 10 AL 21 AGOSTO 2011

Storia

 

Nel 1250 i Terzieri vengono nominati per la prima volta nell'atto di sottomissione a Perugia quando, dopo un brevissimo intervallo di autonomia e libertà dovuto alla protezione dell'imperatore Federico II di Svevia, l'antica Castel del Pieve veniva soggiogata dalla città del Grifo.

L'impianto urbanistico definitivo risale all'epoca comunale ed è giunto all'incirca immutato fino ai giorni nostri; esso è caratteristizzato da una sagoma della città che ricorda per certi versi quella di un'aquila che avanza minacciosa verso Roma. I Terzieri hanno origine dalla suddivisione della città medioevale in tre porzioni di terreno, le parti dell'aquila si identificano con i Terzieri, che a loro volta si riferiscono a tre classi sociali: alla testa corrisponde il Terziere Castello o Classe dei cavalieri (Aristocrazia), alla pancia il Terziere Borgo Dentro (Borghesia), all'ala-coda il Terziere Casalino o Classe dei Pedoni (Contadini).

Oggi i cavalieri del Palio dei Terzieri rievocano l'antica caccia del Toro, sfidandosi nell'arte del tiro con l'arco, colpendo sagome rappresentanti la razza dei tori chianini fissate su pedane mobili.

Il Corteo

Ogni anno, il corteo storico è capitanato dal gruppo allestito dall' amministrazione comunale, seguito dal Maestro di scena, dal Portagonfalone, dagli Armati del Comune e dai Giudici di campo. Un corteo di oltre 800 personaggi: vessiliferi, armati, notabili, dame e cavalieri, popolani e mangiafuoco percorre le vie principali del centro, intrattenendo gli spettatori con giochi di prestigio ed abilità.

Al termine della tradizionale sfilata, avanza il maestoso carro allegorico, che ispirato all'Antichità Classica, marcia tra le vie cittadine guidato da compagnie di musicisti che eseguono melodie rinascimentali.

La Caccia al Toro

La Caccia del Toro del Palio dei Terzieri rievoca, in forma incruenta, le antiche "Cacce" senesi, una sorta di corride che ancora ai tempi del Perugino si svolgevano nella vicina città ghibellina, alla quale Città della Pieve, per secoli ribelle allo Stato della Chiesa, è legata da sempre per storia, tradizioni, cultura.

Il giorno del palio, dopo il corteo storico che parte da Piazza Plebiscito e accompagna gli arcieri al Campo di Santa Lucia, si svolge la gara di tiro con l'arco. I campioni, tre per ogni Terziere, hanno a disposizione tre frecce per ciascun tiratore. I bersagli sono tre sagome mobili in forma di toro chianino, montate su un'unica giostra; ogni toro di legno ha una fascia con i colori del rispettivo Terziere. Dal primo al terzo turno, la velocità della giostra aumenta e cogliere il bersaglio diventa ancora più difficile.

Il Programma

10-21 AGOSTO 2011
Dodici giorni immersi tra cultura e spettacoli rievocativi del Rinascimento

15 AGOSTO
Lancio della Sfida
Piazza Plebiscito, ore 17.30 

21 AGOSTO
Corteo Storico e Caccia del Toro
Piazza Plebiscito, ore 17.00 

Durante i festeggiamenti saranno in funzione le caratteristiche Taverne dei Terzieri dove si potranno gustare specialità della tradizione umbro - toscana.

fonte: http://www.paliodeiterzieri.it/

Dove mangiare a CITTA' DELLA PIEVE | Dove dormire a CITTA' DELLA PIEVE
Altri Eventi>>
|     HOME     |     ITINERARI     |     EVENTI     |     DOVE MANGIARE     |     DOVE DORMIRE     |
Provincia di Perugia Provincia di Perugia